top of page

Yoga Nidra per la Mamma appena nata.

Traduzione del testo " In the Arms of the Great Mother" di Marinella Benelli



"Benvenuta a casa dentro di te, benvenuta alla pratica di yoga nidra".

Ricordo chiaramente queste parole quando ho sperimentato yoga nidra per la prima volta con la mia insegnante Uma Dinsmore-Tuli.

Avevo 30 anni, e risvegliarmi al potere di guarigione della saggezza del mio sangue, riconnettermi al mio vero sé ed essere accolta in un luogo di quiete e di riposo profondo, era esattamente ciò di cui avevo più bisogno.


Avevo già sperimentato yoga nidra in passato, ascoltando le voci di diversi insegnanti, ma l'incontro più profondo è stato sicuramente quello con Uma. Mi è piaciuto fin da subito come la sua pratica fosse così permissiva, fluida, femminile, arricchita da suoni e mantra, il complemento perfetto alla pratica.

In realtà mi ci sono voluti diversi anni per accogliere pienamente lo yoga nidra e renderla la mia pratica quotidiana di guarigione e trasformazione. Ed è solo durante l'ultimo trimestre di gravidanza mi ci sono finalmente abbandonata. Sono convinta che praticare quotidianamente yoga nidra sia stato un enorme supporto per aiutarmi a lasciarmi andare nella grande resa del travaglio e della nascita.


E poi dopo la nascita di mio figlio, yoga nidra è diventato una necessità, la mia pratica spirituale quotidiana. I primi 20 mesi del mio viaggio post parto sono stati segnati da un’enorme carenza di sonno e da una profonda stanchezza: ci sono stati momenti in cui ho pensato seriamente che non sarei riuscita ad arrivare a fine giornata! E credo che senza la mia pratica quotidiana del nidra avrei potuto possibilmente perdermi nella depressione post parto. Per questo ho un amore davvero profondo per questa pratica, ed è questo il motivo per cui la condivido in tutti i miei cerchi e nei miei incontri individuali con le donne. È una delle pratiche fondamentali della mia vita e del mio lavoro: imparare a riposare e praticare il riposo ha davvero benefici profondi sul nostro benessere psicofisico generale, sul nostro equilibrio ormonale e per un ciclo mestruale sano.


Da quando è nato mio figlio cinque anni fa, cerco di ritagliarmi tra i 10 e i 30 minuti ogni giorno per sdraiarmi e ascoltare uno yoga nidra, concentrandomi su uno in particolare per diversi giorni, a volte settimane. Preparo lo spazio con coperte e cuscini, il cuscino per gli occhi, la pelle di pecora: è il mio rito quotidiano.

È come un pulsante di reset: se non lo pratico, non riesco a funzionare per la seconda metà della giornata.

Le cose sono cambiate nel corso degli anni, adattandosi ai ritmi del mio piccino, ai suoi pisolini, all fine dei pisolini, e ai ritmi che sempre si rinnovano.

A volte lo pratichiamo insieme, oppure ne fa uno lui per me, mi guida con le sue parole, ed è molto dolce.


Amo il senso di pace e tranquillità interiore che ogni yoga nidra crea dentro di me, la maggiore chiarezza e la creatività che spesso provo dopo la pratica. Un profondo e gioioso senso di libertà nel permettermi semplicemente di "essere" per un po’, di abbandonarmi al riposo, e di accedere a nuovi modi di connessione dentro e fuori di me.


Per me yoga nidra è come la Grande Madre: mi tiene e mi sostiene nel suo abbraccio nutriente e mi dona ogni volta esattamente ciò di cui ho bisogno - che sia un piccolo momento di silenzio e di pace, o un riposo per il mio corpo stanco; la scoperta di una nuova idea, o il suo perfezionamento e molto altro.

Lo yoga nidra è un vero tesoro di pratica che auguro a tutti di sperimentare almeno una volta nella vita!


Che cos’è lo yoga nidra?

Yoga nidra è uno stato di consapevolezza tra la veglia e il sonno; è una pratica meditativa profonda, potente e curativa che ci connette alla nostra vera essenza. È un atto radicale di cura e amore per se stessi, un'esperienza nutriente di profonda libertà interiore.

Può essere praticata da chiunque, ovunque e in qualsiasi momento, seguendo alcune semplici linee guida generali (come sdraiarsi o sedersi comodamente, mantenere il corpo caldo, stare in una stanza buia o coprire gli occhi per aiutare la mente e il corpo ad abbandonarsi più facilmente alla pratica).

Ha molti benefici, tra cui: abbassa i livelli di stress e le tensioni nel corpo e nella mente, allevia l'ansia e la depressione, stimola la creatività, promuove la guarigione profonda, il riposo e il rilassamento e ti riporta "a casa dentro te stessa".


Si dice che mezz'ora di yoga nidra equivalga a due ore di sonno! Si tratta di una pratica vincente che può davvero salvarci, mentre procediamo senza tregua nelle nostre vita frenetiche.


Se non conoscete lo yoga nidra, vi invito a provarlo.

Qui di seguito potrete accedere ad una sessione di yoga nidra pensata appositamente per le mamme, da praticare fin dai primi giorni dopo il parto.

Buona Pratica.







Marinella è mamma, insegnante di yoga terapeutico per la donna, operatrice Ayurvedica, terapista di massaggio addominale, doula postparto ed educatrice mestruale. Amante della luna e della madre terra, degli alberi e del mare, vive con il rispetto per la saggezza dei cicli della vita, sia nel privato che nel lavoro.

Il suo approccio è olistico e radicato in questa saggezza ciclica e in piccoli e semplici rituali per trovare il sacro ovunque. Marinella è una custode del Femminile attraverso pratiche di connessione, nutrimento ed empowerment per la donna nelle varie fasi della vita, con un particolare interesse per la fase della maternità.

735 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page